sigarette-elettroniche-7

I migliori liquidi per sigarette elettroniche: quale scegliere?

Le sigarette elettroniche si utilizzano con appositi liquidi, che vengono scaldati e vaporizzati dall’atomizzatore e quindi vengono assunti, rielaborando una percezione simile a quella del fumo di sigaretta.

Le tipologie di liquidi

I liquidi per e-cig possono essere con o senza nicotina, al gusto tabacco o con gusti diversi. I liquidi per la sigaretta elettronica possono essere acquistati qui, già pronti, oppure possono essere fatti in casa. Per quanto riguarda quelli già pronti (o premiscelati) sono venduti in confezioni da 5 ml a 50 ml, anche se i più comuni son quelli da 10 ml. In alcuni casi, vengono venduti con il contagocce incorporato e quindi sono pronti per essere inseriti direttamente nelle cartucce. Il nostro consiglio è di partire sempre con liquidi da 10 ml in modo da evitare di buttare via i soldi, se poi il liquido ed il contenuto di nicotina non si rivelasse soddisfacente. Una volta che avrete deciso che gusti amate e quale quantità di nicotina vi soddisfa, potete anche passare ai liquidi da 50 ml per risparmiare.

Chi invece abbia un po’ di esperienza e voglia risparmiare, e sperimentare nuovi gusti, potrà avventurarsi nel mondo dei liquidi per sigaretta elettronica fai da te. Questi prodotti si fanno in casa, acquistando tutti gli ingredienti necessari separatamente, e quindi si aggiunge anche la nicotina, se la si desidera. Potete acquistare a parte anche gli aromi concentrati per dargli il gusto che preferite.

Come sono composti i liquidi

I contenuti del liquido per sigaretta elettronica sono glicerina vegetale, glicole propilenico\, nicotina. Ma attenzione: evitate di maneggiare la nicotina allo stato puro se non siete esperti. Può uccidere al contatto o intossicare gravemente: usatela solamente se siete esperti e sempre con i guanti e chiamate il dottore in caso di contatto.

I liquidi per sigaretta elettronica possono essere di gusti che derivano dal tabacco (come tabacco Havana, arizona, virginia, tabacco sette foglie e via dicendo) oppure di gusti del tutto diversi, come cannella, o alla frutta, al gusto di cocktail e via dicendo.

Chi inizia ad usare la sigaretta elettronica in sostituzione alle sigarette in genere si orienta sul sapore del tabacco, anche se non bisogna pensare che l’effetto sia lo stesso, infatti il sapore classico della sigaretta deriva anche dalla carta che brucia; in questo caso invece il liquido riporta un sapore ottenuto chimicamente.

Per quanto riguarda il contenuto di nicotina, meglio partire con un contenuto leggermente superiore a quello ai quali si è abituati, ed eventualmente scalarlo col tempo.